Perché Andora è come i fiori della mimosa, che a gennaio la colorano con l’anticipo di primavera: da lontano, sono solo nuvole gialle dai contorni indefinibili e vaporosi. Eppure, osservati da vicino, svelano una maestria d’incastri tra componenti piccolissime, ognuna necessaria, e incantano col loro profumo. Così è Andora: un incontro magistrale di tradizioni e modernità, di amore indiscutibile per le radici e di interesse vivace per le novità. E lascia profumo di salsedine e zolle di terra, sulla pelle secca e abbronzata dei pescatori a bordo dei gozzi e sulle mani dei contadini che lavorano i terreni a fasce. Se vi avvicinate un po’ di più, i veri profumi di Andora vi incanteranno.

ANDORA

ha una ricchezza straordinaria, che sta nell’animo della sua gente, da sempre. È la caparbietà, raccontata bene dal proverbio che meglio la illustra: “Quandu u nu se poe ciü, u se ne poe ancua in po”. La gente di Andora non molla mai, non demorde; non si entusiasma facilmente, ma non si scoraggia mai, perché “quando non se ne può più, se ne può ancora un po’”. Questa è la tenacia che i nonni insegnano ai nipoti, che accompagna la raccolta delle olive ancora con le reti, che fa girare le ruote di pietra nei frantoi, che stimola i contadini a migliorare sempre le coltivazioni di basilico, che cuce rattoppi nelle reti dei pescatori. Che tiene alti gli sguardi e garantisce sorrisi sinceri, che accoglie e ospita, forte dei propri valori.

Al largo, oltre le barche dei pescatori, oltre le navi passeggeri che sfilano lungo la costa, il mar Ligure è abitato da otto specie di straordinari cetacei, tra cui la balenottera comune, il capodoglio, il delfino. Dal porto di Andora partono le imbarcazioni per il whale watching (osservazione dei mammiferi marini) in questo Santuario dei Cetacei che è area marina protetta dal 1999.

ANDORA

vanta specialità e peculiarità che la rendono unica. Un esempio su tutti: ad Andora ha sede la “Scuola del Pesto al mortaio”, che porta sul territorio nazionale la tradizionale abilità nel preparare il pesto ligure. Andora è tra i maggiori produttori regionali di basilico DOP (cert. CE del 2005), dalle straordinarie qualità organolettiche. Fondamentale, nella preparazione del pesto, l’utilizzo del mortaio: il sale grosso, sotto l’azione roteante del pestello, sminuzza finemente le foglie di basilico e, essendo igroscopico, ne rallenta l’ossidazione e ne preserva il verde brillante.

ANDORA

vanta anche la paternità di grandi campioni: Mirko Celestino, da anni protagonista nelle competizioni su due ruote, è il Commissario Tecnico della nazionale italiana di mountain bike. La sua carriera è stata strepitosa, dall’Oro agli Europei su strada all’Argento ai Mondiali su mountain bike. Dotato di grande versatilità tecnica, associa alla passione sportiva una naturale propensione verso i giovani e un’irriducibile fedeltà verso Andora: qui ha aperto una scuola per giovanissimi bikers, e organizza ogni anno una GF di MTB a cui partecipano anche professionisti di altissimo livello.

Ad Andora ci si innamora. Di Andora, soprattutto. I parchi verdi attrezzati, le strutture pubbliche ad accesso libero e il wifi gratuito, le attività commerciali e i ristoranti, i cocktail bar e i locali della movida notturna offrono soluzioni appropriate ad ogni esigenza e per ogni età. Lo spazio è sufficiente sia a preservare la tranquillità di chi desidera riposarsi, sia a favorire i momenti di socializzazione, di scambio e di divertimento. Basta lasciarsi innamorare, ad Andora.

X